La fotografia ha sempre avuto per me un significato magico.

Simona Sanna nasce a Cagliari, vive e lavora a Oristano. Inizia a fotografare da bambina e continua, da autodidatta, durante il periodo del Liceo e dell’Università.
Dal 2003 é iscritta all’ Associazione Culturale Fotografica “Dyaphrama” di Oristano e studia fotografia seguendo corsi di formazione con fotografi regionali e nazionali.
Ha esposto in mostre collettive e personali e ha all’attivo qualche pubblicazione. Svolge attività didattica e tiene laboratori e conferenze presso Istituti pubblici e privati.
Fa da giurata in concorsi fotografici.
Ha ottenuto premi in concorsi fotografici, tra cui una menzione speciale al “Premio del paesaggio”, IV edizione, concorso d’idee per la promozione di interventi di qualità paesaggistica e sostenibilità ambientale e rappresentazioni fotografiche del paesaggio (Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato degli Enti locali, finanze ed urbanistica, 2010).
Ama la fotografia soprattutto perché per lei “le fotografie sono un mezzo di conoscenza di sé, sia che le si produca, sia che semplicemente le si osservi… Una fotografia può entrare in risonanza con il nostro mondo interiore e può scuoterci… Ogni fotografia può trasformarsi in una sorta di medium, di ponte tra l’interno e l’esterno, l’inconscio e la coscienza (F. Di Giorgio)”.